Partecipa a Frentania.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

IL VICE PRESIDENTE DI ANCI GIOVANI ABRUZZO, GIOVANNI FINORO, LANCIA UN APPELLO PER SENSIBILIZZARE ALLA DONAZIONE DEGLI ORGANI

Condividi su:

“I giovani amministratori hanno il dovere di far comprendere ai propri concittadini l’importanza di un semplice Sì per tanti malati e per l’intera collettività. La donazione di organi e tessuti è un atto di generosità e amore verso la propria comunità nazionale che consente a tantissimi concittadini e famiglie di poter continuare a sperare in una vita migliore o semplicemente di vivere.”

È questo il commento del vice presidente regionale di Anci Giovani Abruzzo, Giovanni Finoro, alla decisione assunta dall’associazione regionale dei giovani amministratori, guidata dal presidente Vincenzo D’Ercole, di aderire alla campagna di sensibilizzazione “Donare è una scelta naturale” promossa dal Centro nazionale Trapianti, Aido e dal Ministero della Salute con l’importante partnership di Anci e Rai per il Sociale in occasione della XXV Giornata nazionale per la donazione e il trapianto di organi e tessuti.

Al centro della campagna c’è il messaggio “UnSìInComune” per invitare i cittadini a dare il proprio consenso alla donazione degli organi e dei tessuti al momento del rinnovo della carta d’identità.

I giovani sindaci e amministratori locali, in contemporanea con le iniziative lanciate in tutta Italia da altri enti, saranno in prima linea nell’invitare i propri cittadini a dare il consenso alla donazione al momento del rinnovo della carta d’identità.

Il proprio consenso alla donazione può essere dato presso gli uffici anagrafe dei comuni in concomitanza con il rinnovo del documento di riconoscimento, richiedendo e firmando l’apposito modulo negli sportelli Asl dedicati e online utilizzando il portale www.aido.it

“Come mostrano le classifiche rese note dal Centro Nazionale Trapianti, calcolate sulla base dell’Indice del dono realizzato sulla base delle dichiarazioni di consenso alla donazione registratesi nel 2021 nei comuni, l’Abruzzo si attesta solamente al 15° posto su scala nazionale – spiega il vice presidente Finoro –  con un indice del 57,26, ben al di sotto della media nazionale, mentre delle quattro province abruzzesi solamente L’Aquila si pone al di sopra del valore nazionale.”

“Per questo – conclude Giovanni Finoro – faccio un appello a tutti i miei giovani colleghi, ringraziandoli fin da ora, ad attivarsi nei propri comuni per incoraggiare i propri concittadini a compiere questa importante scelta di generosità e altruismo.”

Condividi su:

Seguici su Facebook